Ho un regalo per te: Come gestire i compiti delle vacanze

 

Cara [simplenews-subscriber:field_nome_subscribers]

spero tu stia bene. Se hai accumulato un po' di stanchezza, tieni duro, le vacanze sono praticamente qui.

Evviva le vacanzeeee!!

Le vacanze sono sinonimo di tempo libero fino a quando....."Oh no, ci sono i COMPITI DELLE VACANZE".

Ecco che, inevitabilmente, i compiti dei tuoi figli diventano anche compiti tuoi che, ogni giorno, copione in mano, reciti una trafila di: "

"HAI FATTO I COMPITI?"

"QUANTI ESERCIZI HAI FATTO?"

"COSA TI MANCA ANCORA?"

"INSOMMA, QUANDO PENSI DI INIZIARE A FARLI?"

(Corde vocali e salute mentale chiedono pietà almeno a Natale!)

Se anche tu fai parte della "Cricca genitori disperati" allora vai avanti a leggere. Posso darti una mano a gestire la faccenda.

Step 1: Predisponi un supporto grafico per una raccolta punti. 

Prima di iniziare a fare i compiti, predisponi un cartellone o un foglio di "raccolta punti". Stabilisci un punteggio finale, raggiunto il quale tu* figli* potrà ottenere un premio ( una gita, un gioco, un' ora extra per giocare alla play o stare con gli amici...).

Stabilisci, quindi, un punteggio giornaliero da assegnare alla fine di ogni sessione compiti.

Importante: fai in modo che siano obiettivi realmente raggiungibili per non demotivarl* troppo se per qualche motivo non dovesse riuscire a rispettare il planning per un giorno intero.

Con questo link potrai vedere la mia bacheca pinterest dove ho raccolto qualche idea per il tuo cartellone della raccolta punti. 

Step 2: Spiega le regole del gioco

Consapevolezza è la parola d'ordine.

Nessuno ama le sorprese, soprattutto quando si tratta di apprendimento.

Parla di questo progetto con tu* figli* spiega cosa farete e cosa ti aspetti da lui o lei.

Step 3: fai un planning per i compiti

E' ora di iniziare a fare sul serio.

Calcola i giorni che avete a disposizione per i compiti e poi quante ore vuoi impiegare ogni giorno per farli. Ripartisci in modo omogeneo la quantità di attività per i giorni che hai calcolato.

1. Stabilisci un orario di inizio e uno per la fine di ogni sessione dei compiti. Usa un timer o una sveglia per farlo e fai in modo che l'orario si rispetti.

2. Se hai notato impegno da parte sua, anche se non ha finito tutto ciò che era in programma, premialo comunque per l'impegno.

Se la procrastinazione ha avuto la meglio, evita le punizioni. E' sufficiente non premiare. Discutete delle ragioni per cui non ha voluto fare i compiti.

Progettare un planning serve a strutturare il momento compiti per evitare di affidarsi al caso. Aver predisposto dei momenti per i compiti aiuterà tutti i membri delle famiglia ad avere dei momenti liberi e poterseli godere senza ansie del dover fare. 

Sì, lo so, gestire il momento compiti è sempre fonte di stress, ma con le giuste accortezze può diventare un momento costruttivo per tutti. Se dovessi avere difficoltà sono a tua disposizione per aiutarti  supportare i tuoi figli in modo efficace.

Lo sai che puoi richiedere un colloquio gratuito online con me?

Questa è una delle ultime novità.

Voglio regalarti la possibilità di capire se ti stai muovendo bene nella gestione dei compiti pomeridiani.

Il ruolo del genitore nell'affiancamento pomeridiano durante i compiti è estremamente importante, soprattutto in presenza di disturbi specifici dell'apprendimento.

Affiancare nei compiti non vuol dire sostituire i propri figli e fare in modo che vadano a scuola con tutti i compiti senza errori. Il ruolo del genitore è quello di un mediatore temporaneo e con le giuste modalità, infatti, un genitore può promuovere l'autonomia dei propri figli.

Per richiedere un colloquio gratuito tramite video chiamata su Meet, ti bastano pochi click con i quali potrai scegliere il giorno e l'ora che vuoi. Ti basta cliccare qui.

Intanto ti lascio il link a questi video che trovi sul mio profilo IG. Ti spiego cosa fare se tu@ figli@ non vuole fare i compiti oppure se  sta facendo degli errori durante lo svolgimento dei compiti.

Credo che questo sia tutto. Non mi resta che augurarti un sereno Natale.

 "Quand’ero bambino, erano la luce dell’albero di Natale, la musica della messa di mezzanotte, la dolcezza dei sorrisi a far risplendere il regalo di Natale che ricevevo."
(Antoine de Saint-Exupèry, Il piccolo principe)

 

Anna

© 2021, Athena di Anna Costanzino
P.I. 03894370984

Tel: 3450185355
mail: info@athena-dsa.it